Digital advertising su Facebook: i consigli di ABComunicazione

digital advertising

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Come mettere in atto il digital advertising su Facebook? Con che strumenti posso ottimizzare la mia strategia? Che tipo di annunci realizzare? 

Facebook è una delle prime piattaforme ad avere avuto un successo globale. Ad oggi si contano, infatti, circa 2,6 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo.

Nato inizialmente con l’intento di connettere le persone attraverso “pagine-diario” personali (e, prima ancora, riservato solo agli studenti dell’università di Harvard), le potenzialità di questo canale hanno fatto sì che il suo uso si espandesse oltre la sfera privata, aprendo nuove possibilità ad aziende e professionisti di qualunque settore di sfruttare la piattaforma anche a scopi lavorativi.

Facebook investe, infatti, molte risorse per aiutare brand e aziende ad individuare in maniera intuitiva e raggiungere senza difficoltà il proprio pubblico. La piattaforma offre, dunque, due vantaggi unici ai suoi utilizzatori. Da un lato, con le sue capacità di targeting molto avanzate, è in grado di segmentare attentamente il proprio pubblico. Dall’altro lato fornisce ai marketer una tecnologia in grado di connettere tutti gli utenti indipendentemente dalla loro distanza fisica.

Questo social media si configura, quindi, come un’ottima piattaforma per il digital advertising (letteralmente “pubblicità digitale”, che comprende tutte le azioni pubblicitarie messe in atto su qualunque canale di comunicazione digitale) di un’azienda. È capace di favorire il raggiungimento di tre obiettivi fondamentali di qualsiasi campagna:

  • Brand awareness;
  • Incremento del traffico sul proprio sito web e dell’engagement del pubblico;
  • Aumento delle conversioni online.

I servizi di Facebook per ottenere il massimo dalla tua pubblicità

Video Advertising

I “video ads” (ovvero contenuti pubblicitari racchiusi in un video) di Facebook sono una grande risorsa per la propria strategia di digital advertising. Possono variare da brevi clip, per una fruizione da dispositivi mobili, a video sponsorizzati di lunga durata, adatti ad essere visti tramite schermi più grandi, come quelli dei computer. La scelta dell’uno o dell’altro formato dipende dagli obiettivi della propria campagna e dal tipo di contenuti che si vogliono trasmettere al proprio pubblico.

Sono, inoltre, strumenti molto utili per farsi ricordare dagli utenti. Attraverso video informativi, ben progettati ed esteticamente piacevoli è più facile che le persone si ricordino del brand. Questa strategia mira ad incrementare l’engagement con il pubblico e le conversioni sul proprio sito web.

Il mio consiglio è di focalizzare in modo accurato l’obiettivo della propria campagna nella fase di realizzazione di questo tipo di annunci, in modo da attuare un’azione coerente con i propri intenti. 

Inoltre, valutare il canale attraverso cui condividere il proprio video permette di creare contenuti adatti e capaci di sfruttare al massimo le possibilità offerte dalle diverse piattaforme. Se si decida di pubblicare su Facebook, Instagram o altri canali social, è bene che il proprio team creativo realizzi, dunque, diverse varianti del proprio video (anche se i contenuti principali devono rimanere gli stessi).

Un ultimo fattore importante è la durata. La brevità e la concisione permettono di essere efficaci su qualsiasi piattaforma, in quanto la durata media di visualizzazione dei video su Facebook è di circa 10 secondi. Creare contenuti che durino dai 5 ai 15 secondi permetterà un maggior grado di attenzione da parte degli utenti.

Immagini

La pubblicazione di immagini è la miglior soluzione quando si desidera creare una pubblicità veloce e fruibile in pochi secondi. Facebook offre la possibilità di creare e promuovere inserzioni con immagini che, in questo modo, compariranno in testa al feed dei propri utenti.

Soprattutto quando si parla di oggetti concreti (come abbigliamento, accessori…), le immagini sono un ottimo modo per pubblicizzare i propri prodotti, a cui sarà possibile aggiungere una “caption”, o didascalia, di 125 caratteri, in grado di descrivere ciò che viene raffigurato.

Ti consiglio di agire con cautela nella pubblicazione di immagini a scopo pubblicitario. Facebook, infatti, esamina ogni annuncio limitando la quantità di testo sulle immagini al 20%. Oltre questo limite il proprio post non verrà approvato, con una conseguente penalizzazione da parte dell’algoritmo della piattaforma.

Una buona pratica è quella di inserire i messaggi chiave nella didascalia dell’immagine, limitandosi ad inserire al suo interno solamente piccole porzioni di testo.

La pubblicazione di immagini è un metodo veloce e a basso costo che risulta essere molto efficace, anche se alcuni marketer tendono a sottovalutarne l’utilità e a non curarne l’esecuzione.

È possibile utilizzare tool specifici come Business Manager per creare e gestire le proprie campagne. Possono rivelarsi strumenti di marketing molto utili grazie alla loro velocità di creazione e a costi ridotti. 

Carosello

Le inserzioni carosello di Facebook permettono di riprodurre fino a 10 immagini (o video) in sequenza all’interno di un singolo annuncio.

Ispirandosi all’omonimo programma televisivo, si configurano come strumenti utili per aumentare l’engagement del pubblico attraverso la presentazione di molteplici caratteristiche e sfaccettature dello stesso prodotto. 

In qualità di esperto di marketing presso ABComunicazione, agenzia di comunicazione a Bologna, il mio consiglio è quello di inserire le inserzioni carosello all’interno della propria strategia di digital advertising. 

Il loro design è personalizzabile a seconda del tipo di annuncio che si intende realizzare. Adottare lo stesso design per ciascuna inserzione e inserire collegamenti o rimandi tra un’immagine e l’altra può favorire la riconoscibilità del proprio brand da parte del pubblico. 

Esperienza interattiva

Con il termine Facebook Instant Experience si intende un’esperienza interattiva che si apre nel momento in cui l’utente clicca su un’inserzione pubblicitaria. 

Questi annunci sono ottimizzati per la fruizione tramite dispositivi mobili e si aprono all’istante, in modo da catturare rapidamente l’attenzione del pubblico. 

Attraverso l’utilizzo dello schermo intero, l’utente potrà guardare video e immagini, scorrere caroselli ed esplorare le pagine dei prodotti taggati, immergendosi in una vera e propria esperienza personalizzata in base alle sue scelte.

Il consiglio è tenere sempre presente, nella fase di progettazione, che il contenuto di questa tipologia di annunci sarà tendenzialmente statico. Inoltre, per quanto riguarda i dati inseriti all’interno delle esperienze interattive (ad esempio, i prezzi), è bene prevedere rapidi aggiornamenti in caso di cambiamenti.

Le esperienze interattive sono molto coinvolgenti per l’utente e, dunque, possono rivelarsi uno strumento utile ad ottimizzare il proprio digital advertising. Tuttavia, non sono disponibili su tutte le piattaforme, rendendo quindi necessaria un’attenta pianificazione della propria strategia.

Conclusioni

Facebook si configura come un ottimo canale in cui realizzare digital advertising, ma la piattaforma utilizzata non basta a determinare il successo della propria strategia.

Un brand dovrà, infatti, prestare molta attenzione alla fase di progettazione della propria pubblicità, tenendo sempre presente l’obiettivo di business che si intende raggiungere. 

Allo stesso tempo, monitorare in modo costante l’andamento della propria strategia renderà possibile valutare eventuali cambiamenti da effettuare e determinare il raggiungimento (o meno) dei propri obiettivi.

ABComunicazione, agenzia di comunicazione con sede a Bologna, può offrirti chiarimenti riguardo a questo argomento e fornirti consulenze specifiche. Per ulteriori informazioni, non esitare a contattare me o gli uffici di ABComunicazione a Bologna.

Alberto Belli

Alberto Belli

Chief Executive ABComunicazione

Iscriviti alla nostra newsletter

mantieniti sempre aggiornato sui nostri ultimi articoli e progetti

Altro da leggere

email marketing
Digital Marketing

Le 10 migliori soluzioni per l’email marketing

Stai cercando le migliori  piattaforme per l’email marketing? Qui troverai riassunte quelle che offrono opzioni sia gratuite che a pagamento. Dato che molte persone utilizzano

Vuoi portare in vetta il tuo Business?

Contattaci! un team di esperti è pronto ad ascoltare le tue richieste!.